Benedetto, l’antipasto di Pasqua pugliese.

Pasqua, in Puglia, si trasforma, come ogni festa, in occasione di grandi pranzi con i piatti della tradizione a farla da padrona.

Le avventure enogastronomiche, gli azzardi, gli esperimenti si lasciano da parte e ci si dedica alle ricette tramandate da generazione a generazione con ingredienti che richiamano l’origine contadina di molte delle nostre città.

E così dall’antipasto fino al dolce è un susseguirsi di prodotti locali, di piatti tipici e di gusti unici che accompagnano il trascorrere di questa giornata di festa.

Proprio di un antipasto vogliamo parlarvi oggi: il Benedetto.

Un nome particolare per un antipasto ricco con cui iniziare il pranzo di Pasqua dopo aver rispettato un’antica tradizione.

Nelle case pugliesi che rispettano le tradizioni si affida al capo famiglia la benedizione dei commensali e del cibo, usando un ramoscello di ulivo benedetto.

Da questa tradizione prende il nome questo antipasto fatto di prodotti tipici pugliesi, come il capocollo di Martina Franca, i taralli bolliti, la ricotta fresca e l’olio extravergine d’oliva.

Vediamo, quindi, come si prepara questo antipasto.

Benedetto: quali sono gli ingredienti necessari?

Per preparare il Benedetto servono:

  • 20 fette di capocollo
  • 200 gr di ricotta
  • 4 uova sode
  • Rucola
  • 20 taralli
  • 1 arancia ogni 2 commensali
  • Olive verdi
  • Olio Extravergine d’Oliva
  • Sale
  • Pepe

Come vedete sono tutti ingredienti semplici e contadini, come l’origine della cucina pugliese.

Passiamo ora alla preparazione.

Come si prepara?

Facciamo lessare le uova, quando saranno cotte e sode, sbucciamole e tagliamole in quattro spicchi.

Affettiamo orizzontalmente le arance, senza togliere la buccia, e disponiamole in un piatto, dove le condiremo con olio, sale e pepe.

Su ogni fetta di arancia mettiamo due fette di capocollo.

Al centro del piatto mettiamo la rucola e sulla rucola posizioniamo la ricotta e condiamola con un filo d’olio e un pizzico di pepe. Circondiamo la ricotta con l’uovo sodo tagliato a spicchi.

Agli angoli del piatto aggiungiamo i taralli bolliti e su ognuno un’oliva verde.

Benedetto: quale vino abbinare all’antipasto?

Ad un antipasto che unisce salumi, uova, formaggio, verdura e frutta noi consigliamo di abbinare il nostro Baylon 175, un vino bianco frizzante, secco e dal colore bianco paglierino. Con il suo profumo fruttato e delicato risulta fresco e di facile beva. Perfetto, quindi, per accompagnare un piatto semplice ma ricco e gustoso come il Benedetto.

Che ne pensate? Vi piace come abbinamento? Raccontatecelo nei commenti.

Seguiteci su Facebook, Instagram e Pinterest per condividere con i vostri amici le nostre news, le nostre ricette e i nostri consigli.

Iscrivetevi alla nostra Newsletter se volete essere informati sulle nostre attività e se volete ricevere promo e offerte riguardanti i nostri vini e sul nostro olio. Riceverete subito uno sconto del 15% su tutti gli acquisti sul nostro Shop.