Focaccia con le cime di rape: calore per le feste.

La focaccia con le cime di rape è uno dei piatti tipici delle festività natalizie che stanno per iniziare.

Con il suo gusto e con il calore delle rape rappresenta un ottimo “aperitivo” in grado di aprire lo stomaco e prepararlo all’abbondante pranzo o cena che verrà dopo.

Vediamo, quindi, come si prepara questo piatto della tradizione pugliese.

Focaccia con le cime di rape: quali ingredienti servono?

Per preparare a casa questo piatto avrete bisogno di questi ingredienti:

  • 1kg di farina di grano duro;
  • 5 kg di rape;
  • 15 gr di lievito di birra;
  • Olio EVO;
  • 650 gr di acqua;
  • aglio;
  • peperoncino;
  • sale.

Avete tutti gli ingredienti? Bene. Passiamo alla preparazione allora.

Come si prepara?

Mescolate la farina, l’acqua, l’olio, il lievito e il sale fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Fatelo lievitare al caldo fino a quando non avrete ottenuto il raddoppio dell’impasto.

Soffriggete uno spicchio d’aglio in un tegame con abbondante olio extravergine d’oliva e poi aggiungete le cime di rape e fatele cuocere per bene con abbondante peperoncino.

Dividete l’impasto lievitato in due pezzi. Stendete un pezzo, aiutandovi con dell’olio, e disponeteci sopra le rape. Coprite con l’altro pezzo di impasto. Ungete con olio e bucherellate per permettere al vapore di uscire durante la cottura.

Ora non vi resta che infornare a 200° per circa 20 minuti fino a quando la vostra focaccia non sarà dorata.

Buon appetito.

Focaccia con le cime di rape: quale vino abbinare?

Se l’abbinamento più semplice potrebbe essere quello con un Primitivo, per provenienza geografica più che altro, noi vi consigliamo un abbinamento più particolare.

La nostra proposta è quella di abbinare a questo piatto un Macchia Sauvignon Bianco IGP, un vino dal colore giallo paglierino con riflessi dorati, dai profumi molto intensi con delle piacevoli note di frutta esotica e ananas, banana e salvia.

Questo vino ha un gusto persistente e molto fresco con un finale leggermente balsamico e una buona acidità e struttura.

Lo abbiamo scelto perché è capace di stemperare l’amaro delle cime

Voi quale abbinamento proponete? Scrivetecelo nei commenti.

Seguiteci su Facebook, Instagram e Pinterest per condividere con i vostri amici le nostre news, le nostre ricette e i nostri consigli.

Iscrivetevi alla nostra Newsletter se volete essere informati sulle nostre attività e se volete ricevere promo e offerte riguardanti i nostri vini e sul nostro olio. Riceverete subito uno sconto del 15% su tutti gli acquisti sul nostro Shop.